fbpx

Catarsi

catarsi pensieri roberto panciatici photographer siena
Copyright 2012 - Roberto Panciatici

Il desiderio insorge. Il desiderio di raccontarmi un po’ intendo, o più semplicemente d’aprirmi al mondo.

La sua importanza sta tutta nella sua urgenza d’esistere.

E allora via: il mio taccuino. Una penna arraffata a caso. Un po’ di sole. E i miei pensieri.

Non mi serve altro, almeno per oggi.

Ancora non so bene dove andare a parare, ho solo voglia di mettere una parola dietro a un’altra, vorticare un po’ la mano sul foglio, ché è sempre un gran bel vizio da rispolverare, ed è anche un buon modo per purificarsi, credo.

Katharsis, per l’appunto.

In questi giorni ho un pensiero fisso, l’ammetto, e il pensiero è questo: ho bisogno di qualcuno che mi scelga.

Mentre lo scrivo so che la frase non è esatta. La frase esatta è: ho bisogno che tu mi scelga.

Mentre m’abbandono a questa affermazione un’idea prende forma nella mia mente, e una sensazione si fa strada nel mio stomaco. So che non seguirà nessuna verità a questo mio desiderio, che comunque è già verità di per sé, e so che dovrò scegliermi da solo, per una volta ancora. In realtà devo essere felice e grato per questo, e sorriderne di brutto anche. Devo sorridere perché questa è un’altra piccola, grande, conferma che do a me stesso. So che mi voglio bene, e che anche quando mi costa caro scelgo di rincorrere la mia felicità, e di non soccombere all’oscurità che mi sento dentro.

Soffri quando c’è da soffrire, gioisci quando c’è da gioire.

Soffro – nei limiti di questa situazione è evidente -, ma nemmeno poi tanto. È più un leggero senso di tristezza e d’abbandono quello che mi prende. Penso a quelle persone che diconodiconodicono, e lo dicono ormai da un po’, ma alla fine non scelgonoscelgonoscelgono, e non scelgono ormai da un po’.

La sua importanza sta tutta nella sua evidenza.

Guardo il mio mini-me. È piccolo, cattivo e col mignolo all’insù. Vuole un sacco di cose per sé, anzi le pretende. Lo ascolto attentamente mentre mi sussurra parole vecchie nelle orecchie, e percepisco il suo respiro mentre mi soffia nel cuore vecchie emozioni. Mi fa paura, ma solo quando non ho il coraggio di guardarlo negli occhi. Se alzo la testa tutto diventa più chiaro.

Lo guardo. Lo vedo in tutti i suoi limiti, e quindi vedo i miei. L’oggetto del mio desiderio non è più una meta, ma solo una piccola tappa del mio viaggio. Raccolgo le forze. Raccolgo la sfida.  Scelgo. E cambio.

La sua importanza sta tutta nella mia Rivoluzione.

Lascio indietro chi non sa fare un passo avanti. Non si possono trascinare tutte le persone per mano, è meglio fargli vedere che si può veramente correre, e se poi non corrono oggi forse lo faranno domani, o forse aspetteranno la prossima vita per farlo, chissà.

La mia vita intanto non si ferma, e trova la forza e l’entusiasmo per riempirsi ancora di novità. Nuove idee di cui aver paura, e da cui essere stimolati. Non si deve maimaimai credere che non ci siano alternative, c’è n’è sempre qualcuna, e adesso che riscopro questa semplice verità riesco pure a vederle.

La sua importanza sta tutta nella sua semplicità.

Il sorriso degli amici con cui ho parlato. Il tempo. L’attesa. La mia voce che trema. Un pensiero che vola. Un sorriso che ti rapisce quando non te l’aspetti. La gioia immensa per la scelta di un’amica. La sensazione di aver fatto qualcosa di buono.  L’orgoglio per un amico che si cerca e vuole cambiare. I giochi di una bambina, e le pareti del suo mondo fatte di favole e sorrisi.

Mi piace stare, immaginare, percepire, e precipitare in questa positività che avverto intorno e dentro di me.

Mi tolgo anche qualche sassolino dalla scarpa, ma lo faccio senza far troppo rumore. Mi è sufficiente la tenerezza che provo, quella tenerezza che paleso quando sorrido serenamente di fronte alle piccole rappresaglie della gente che mi sventola in faccia certe conquiste.

Devo molto
a quelli che non amo.
Il sollievo con cui accetto
che siano più vicini a un altro.

La gioia di non essere io
il lupo dei loro agnelli.

Mi sento in pace con loro
e in libertà con loro,
e questo l’amore non può darlo,
né riesce a toglierlo.

[Wislawa Szymborska]

Ma chi è la gente? Mi muovo fra loro, e con loro. Non migliore, nè peggiore di loro. Semplicemente uno di loro.

Mi guardo intorno. Chiudo gli occhi. Sorrido.

Meravigliosa è la mia vita.

COMMENTS
EXPAND

[…] fra le sue strade, ed e’ una catarsi importante e rara quella che m’avvolge. Non e’ una libertà fatta di eccessi, non […]

[…] fra le sue strade, ed e’ una catarsi importante e rara quella che m’avvolge. Non e’ una libertà fatta di eccessi, non […]

Lasciala stare, non ti infilare dove non devi e non approfittare della debolezza in cui in questo periodo si trova.
Usi bene le parole, sei bravo, peccato che non capisci come possano ripercuotersi su chi cerchi di avere ma NON è tua. Ha la sua famiglia!
Sì meno egocentrico e non pensare solo a quello che vorresti tu, se dici di provare dei sentimenti per lei rispettala, e non permettere neanche commenti poco lusinghieri (come ho letto qui sopra) verso chi è vittima delle tue attenzioni.
Sono furibonda, perchè io le voglio bene e so molto bene quanto stia soffrendo a causa tua.

Continua la tua vita, continua a gongolarti tra i complimenti di chi ti legge, a me non importa di te, voglio che lei sia felice. Non trascinarla nei tuoi voli pindarici.

Ciao, “amica di lei” :)

Questo post è del 27 Marzo, e se tu fossi davvero una sua amica sapresti che io l’ho già lasciata stare, e da un pezzo anche.
Esprimere i miei pensieri non è egocentrismo, e il solo fatto che tu creda che io pensi solo a ciò che voglio io dimostra quanto non conosci i fatti di cui provi a parlare, e di quanto invece la parola “rispetto” sia scesa in profondità nella mia vita soprattutto nei confronti della persona che credi di difendere.

Mi spiace che tu sia furibonda, ma credo che tu abbia informazioni sbagliate sul sottoscritto e sulla situazione in generale. Rispetto il tuo punto di vista, ma non lo condivido.

Un saluto, chiunque tu sia.

Non riesco a rendere un commento lucido e sensato…tante cose, tutte assieme, tante voci, tante visioni. Da dipanare, sedimentare e decantare. Ma mi è comunque necessario scrivere qualcosa, perché sento quello che hai scritto dannatamente vicino (bravo, come al solito :-))

Questo va più che bene direi, non m’importa poi tanto del “lucido e sensato”.
Mi fa sempre un gran piacere quando lasci un segno del tuo passaggio fra queste pagine. :)

Oltre che fotografare sai anche scrivere meravigliosamente. Complimenti Roberto. Serena Pasqua! Erika

Grazie tante, Erika. Buona Pasqua pure a te, un bacione :)

Panciatici nonchè Roberto molto tempo fa mi commentasti rammaricandoti , su un post precedente, che io avessi escluso la possibilità di commentare- Beh adesso se ti interessa puoi farlo, Omologazione non richiesta ha riaperto i battenti ( ma allora il mio nick era un altro).

Piccolo spazio pubblicità? :)

Certo che mi ricordo, e mi fa piacere saperlo. Tornerò a leggerti, sebbene la tua natura camaleontica mi disorienti un po’. A presto.

Complimenti per tutto. Trovo ora questo blog, e trovo un gran bel blog. Sei forte, Roberto.

You’re welcome, Franz! ;)

mi vengono spontanee due considerazioni
la prima è che travare persone che parlano di sentimenti, e scrivono di sentimenti, è una cosa preziosa al giorno d’oggi. e tu lo fai pure bene. i tuoi post fanno salire gli angolini della bocca verso l’alto, come ci fossero due calamite. bravo
la seconda è …ammazza oh, ti piace il rischio! con sto post avrai scatenato l’ormone di tutte le tue fanssss ahahahhahahahhaa (dai, se non dicevo na stupidaggine non ero io :)

Regalare un sorriso, anche piccolo piccolo, è una gran cosa per me, grazie. :)
Ma vaaaaaa!!! Prrrr :P

Letto, letto e riletto. Quindi mi vorresti dire che c’è una donna che ti resiste? Dai su non ci credo :P Comunque ha preso picche perché hai scelto di girare la ruota e andare avanti a quel che leggo.

Penso a quelle persone che diconodiconodicono, e lo dicono ormai da un po’, ma alla fine non scelgonoscelgonoscelgono, e non scelgono ormai da un po’.

La sua importanza sta tutta nella sua evidenza. **Roberto Panciatici**

Credo che sia verissimo questo e infatti si deve sempre guardare la realtà. Se una è scema tanto si comporterà da scema, se una se ne fotte se ne fotterà e se una dice e non fa, vedrai che dirà e non farà.
Non male questo finale anche perché’ se una dice cazzate vai tranquillo che ne dirà, e io modestamente ne dissi hahahahaha :P
Scherzi a parte, spacchi di brutto!

Grazie, grazie e ri-grazie. Ce ne sono che mi resistono, a pacchi anche! Ma le perdono, non sanno quello che fanno :P
Cazzate a parte credo tu abbia ragione, soprattutto nell’ultimo punto hahahahah :D

bentornato frà! Massimo rispetto.

Grazie frà, pure a te, e sai che c’è? Ti rispondo e ascolto rap! :P

hey fratello sei davvero speciale
e quando ti leggo mi fai un effetto niente male.

Sento le tue emozioni, il tuo vorticare
mi piaci perché sei come il rap, sei sovrannaturale
:P

Ok ok, hai vinto :P

Ma chi è la gente? Mi muovo fra loro, e con loro. Non migliore, nè peggiore di loro. Semplicemente uno di loro.

Mi guardo intorno. Chiudo gli occhi. Sorrido.

Meravigliosa è la mia vita. [Roberto Panciatici]

Sei uno stracazzo di fottutissimo mito! Questo pezzo è una figata totale.

Grazie, Mass. Questa frase è un ricordo in realtà, o forse addirittura due. Non ricordo esattamente quella “originale”, ma il senso era proprio questo. Piace anche a me, l’ammetto ;)

Siamo pieni di grandi citazioni stasera. Mi congratulo, e me ne compiaccio. Dovrò rileggere il tutto, ma la tua positività e voglia di risorgere lascia fluire chiaramente attraverso le parole di che pasta sei fatto. Sei un guerriero, dal cuore tenero parrebbe, ma non vorrei essere tuo avversario. Chi è capace di rialzarsi, nonché della sensibilità che possiedi e che ti riconosco, non deve essere un bel crostino con cui avere a che fare. Tornerò qui, puntuale, a trovarti al tuo prossimo post – sappi che sono abbonato ai tuoi feed, indi ragion per cui non ti puoi liberar di me.

Liberarmi di te? Non ci penso neanche! Sei più che benvenuto, come tutti del resto, ma la tua opinione è sempre molto attenta e mi piace. Alla prossima!

L’importanza sta tutta nella mia urgenza di commentarti……. mi mancaaaaaviiiiiii!!!
Ti sono arrivate le mie mail minatorie? Se sono arrivate perche’ non hai risposto eeeeehhh?? :)

Sì, anch’io mi mancavo un po’ :P Comunque son sempre in giro eh! È solo che sono assorbito da tante cosette, quindi scrivo un po’ a rilento, l’ammetto.

Sì, certo che ho letto, e ti ho anche risposto! Non dire che non sono arrivate perché non è vero… spero. :D

io non ho visto niente……….

Ok scherzo, sono arrivate. Risposte un pò evasive va detto :P
Baci, e bentornato

Ah ecco, non fare la furbastra eh!!! :D

Meravigliosa lo diventa un po’ anche la mia quando ti leggo…
sei grande!

Ma sei un fulmine, cavolo! Non ho fatto neanche in tempo a pubblicarlo su facebook :)
Grazie, ma sei troppotroppotroppo gentile. Un bacione, Lullaby

ADD A COMMENT

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.